ALCHIMIA E RITUALISMO DELLA PITTURA. ANDREA MARICONTI, O DELLA PARTENOGENESI DELL’OPERA PITTORICA A PARTIRE DALLA NATURA ORGANICA DELLA MEMORIA.

Piacenza – Galleria NuovoSpazio / Cremona – Palazzo Comunale. Sala Dei Decurioni – Andrea Mariconti. La natura organica della memoria genera l’opera – Marzo 2011

Andrea Mariconti - Anamnesis_Moher - Tecnica mista su carta intelata - 160x100 cm - Courtesy dell'artista

V.I.T.R.I.O.L. Visita Inferiora Terrae Rectificandoque Invenies Occultum Lapidem

(Acronimo del motto dei Rosacroce)

Credo che si possa inquadrare l’opera di Andrea Mariconti secondo una prospettiva alternativa, ma non aliena da quella che disinvoltamente chiamiamo la verità. Quantomeno e ancora una volta, la verità della pittura.

I temi dominanti del suo lavoro – un lavoro che dialoga costantemente con la memoria e con il tempo, per l’uso di materiali carichi di storia organica come olio e cenere  e per quel tributo non solo formale al tempo come “secondo pittore” – sono rappresentati dal paesaggio e dalla figura. Il soggetto raffigurato, rispetto al recente passato, è passato però ora in secondo piano, per far posto allo sviluppo di geometrie e concrezioni che assolvono a quella funzione di termine medio che visivamente collega la diade paesaggio/figura, facendole richiamare mutualmente sia a livello formale che materiale.

Mariconti lavora con materiali preesistenti all’intervento pittorico provvisti di una vera e propria storia biologica e pregni di umore simbolico: petrolio e cenere sono il fondamento della sua pittura, ne rappresentano il sostrato potremmo dire. Questi elementi ricevono un intervento di trasformazione secondo un’ispirazione accostabile alla pratica alchemica, riferimento, questo alla disciplina ermetica, che trae spunto non solo dal processo lavorativo del Mariconti, ma anche da ciò che si qualifica come un interesse disciplinare collaterale alla pratica della pittura.

Andrea Mariconti -Anamnesis_Lete - Tecnica mista su carta intelata - 110x80 cm - Courtesy dell'artista

I pittori sono anche validissimi cuochi e promettenti spagiristi! Del resto, potremmo tranquillamente distinguere la produzione di Andrea Mariconti in opere al nero e in opere al bianco, secondo una scansione accostabile alle tre fasi della trasformazione della materia durante l’opus alchemicum! (l’opera al nero, l’opera al bianco e l’opera al rosso, quando la materia si dissolve, si purifica e si ricompone).

Ma i suoi lavori, realizzati con materiali di origine naturale come cenere, olio, petrolio, muffe, occasionano altresì un confronto sulla pittura – colta da un punto di vista per dir così organico –  nonchè sulla memoria, secondo una prospettiva che si richiama al rapporto fra tradizione ed eredità. Infatti, piuttosto che una ricerca della pietra filosofale, anche se ne condivide in certo modo l’attitudine disciplinare in quanto lavorazione e trasformazione della materia, la ricerca di Andrea Mariconti si qualifica come studio matto e tributo della tradizione pittorica: impasti e imprimiture delle tele sono fatti secondo tradizione, come tradizionale è l’attenzione votata al materiale, qualità che rende la sua pittura per certi rispetti accostabile alla scultura, non solo per un semplice effetto retinico, ma soprattutto per un valore plastico che promana come un afflato materico da queste immagini destrutturate e pregne d’umor organico. Mariconti è un materialista della pittura e, visti gli addentellati con l’Alchimia, non poteva non esserlo! C’è sempre la materia, sotto.

Andrea Mariconti - Meta Fisica - Tecnica mista su carta intelata - 80x80 cm - Courtesy dell'artista

L’ossequio alla tradizione della pittura lo rende in certo senso idealmente accostabile ai classici, come dire, in maniera totipotente: Mariconti è certamente giovane, troppo giovanissimo per figurare tra i classici, ma il modo e il rispetto con i quali si relaziona alla disciplina lo rendono un artista in grado di dire senza tema di smentita che noi siamo nani cresciuti sulle spalle dei giganti, perchè il presente acquista valore solo dal passato (non è passatismo, come griderebbe un futurista redivivo, è saper fare buona pittura. E del resto, anche Aristotele è un classico, dovremmo per questo forse smettere di leggerlo?).

Ma c’è anche un elemento cristico in queste opere: una qualità che, straordinariamente giustapposta alle suggestioni della disciplina ermetica, gli deriva dal carattere ritualistico del dipingere con olio e cenere, elementi principi della religione (facendo del relativismo all’incontrario: la “nostra” religione, ‘chè col Croce non possiamo non dirci cristiani). Una sacralità che contrassegna direttamente gli elementi lavorati, in primis la cenere, materiale sacro per eccellenza. E materiale filosofico, anche: non era forse l’oscuro Eraclito di Efeso (sia detto una volta per tutte: si pronuncia Eraclìto, con l’accento sulla “i”) a individuare nel «fuoco sempre vivente» il principio primo del Tutto? E la cenere, con la sua origine dal fuoco, non assolve nell’opera del Mariconti al medesimo effetto del principium individuationis? Un’opera che in certo senso è una teoria del tutto, schermo plastico di ciò che vi è. E che rappresenta i tre regni vegetale (olio di lino e petrolio), minerale (gesso di Bologna) e animale (colla di coniglio) con i quattro elementi: la terra (il materiale di origine naturale), l’aria (le intemperie cui a volte il Mariconti sottopone il proprio lavoro, lasciandolo, appunto, all’aria aperta!), l’acqua (le muffe), il fuoco (la cenere).

Andrea Mariconti - Anamnesis - Tecnica mista su carta intelata - 40x40 cm - Courtesy dell'artista

Ancora una volta abbiamo a che fare con la verità della pittura, o meglio del fare pittura, in un senso che solo per apparente paradosso passa attraverso la natura non mimetica dell’opera d’arte. Del resto, la verità non è non nascondimento?

Andrea Mariconti - Anamnesis - Tecnica mista su carta intelata - 150x200 cm - Courtesy dell'artista

NuovoSpazio Arte Contemporanea
via Calzolai 24 – Piacenza
Tel./Fax: 0523 32 19 22
nuovospazio@alice.it
www.gallerianuovospazio.it

www.federicorui.com

www.andreamariconti.com

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...